Il Castello Magico


Vai ai contenuti

attività


Verso le 9.30 ha inizio "IL CERCHIO DEL MATTINO" caratterizzato da filastrocche e semplici canzoncine: comincia la giornata dei nostri bimbi. Iniziamo con l' "Appello al Castello", l'osservazione del tempo atmosferico, e la scoperta del giorno nel calendario,(per capire che giorno importante è oggi!)
Alle 10.00 circa cominciano le nostre attività didattiche.

ATTIVITA' GUIDATA
Dalle 10.00 alle 11.00 viene svolta l'attività di programmazione, diversificata in base all'età dei bambini.
Il gruppo verrà formato in modo omogeneo in base all'età e a seconda dell'attività programmata ci si sposterà negli angoli strutturati predisposti.Verranno proposte attività di tipo espressivo (attività grafico-pittoriche, di manipolazione, drammatizzazione) corporeo/motorie (attività psicomotorie, balli, semplici coreografie) logico- matematiche (puzzle, incastri, costruzioni) letture animate ecc..

IL GIOCO
La varietà dei giochi che vengono proposti nella nostra struttura, vanno dalla manipolazione di materiali diversi come acqua, farina, pongo, materiali solidi, carta, alla pittura, ai travasi di pasta, farina, riso e bottoni, al gioco dei travestimenti. Grande importanza viene riconosciuta al gioco spontaneo, nel corso del quale i bambini possono sperimentare autonomamente l'uso di oggetti non sempre disponibili negli ambienti familiari che facilitano le relazioni all'interno del gruppo. Giocare in autonomia significa che noi educatrici limitiamo gli interventi, osservando con attenzione le azioni dei bambini. Attraverso le azioni favorite dal gioco i bambini entrano in rapporto con il mondo che li circonda, sviluppando le prime esperienze di comunicazione, cominciano a cogliere il senso del conflitto con gli altri e la collaborazione. Il gioco è un'esperienza motoria, affettiva e cognitiva che permette di misurarsi con le proprie capacità e di acquisire sicurezza. E' anche un'opportunità per fare i conti con le proprie paure, che possono in parte essere superate liberando le emozioni.

GIOCO LIBERO Viene svolto in vari momenti della giornata. L'educatrice predispone i materiali didattici suddividendoli in base all'età e caratteristiche del gruppo di bambini, colloca i vari materiali negli spazi/ angoli strutturati ( angolo della drammatizzazione, dei travestimenti, del gioco simbolico/casetta, angolo morbido, angolo della lettura, delle costruzioni), offrendo ai bambini varie opportunità di scelta. L'educatrice come già detto, osserva le attitudini, le difficoltà, le reazioni dei bambini, intervenendo in situazioni di conflitto . Nell'ambito della programmazione, il gioco libero svolge un'importante funzione equilibratrice fra le attività guidate e di routines, durante le quali il bambino misura autonomamente le proprie competenze, privilegiando di volta in volta il gioco individuale o di gruppo, fra sé e l'oggetto, o ricercando la figura dell'educatrice.

IL LABORATORIO DEI "PASTICCIAMENTI"
Dove i nostri piccoli potranno sperimentare l'arte del miscuglio: miscugli con i colori, miscugli con terre e farine, miscugli con gli alimenti; i bambini potranno manipolare, mischiare, pasticciare con i diversi materiali proposti creando nuove consistenze, odori e profumi. I bambini apprendono attraverso l'esperienza, imparano le cose toccando, spalmando, manipolando, assaggiando, strofinando… la meraviglia è vedere i loro volti pieni di felicità quando riescono a mescolare la polvere del cacao con quella gialla della farina.. la gioia dei loro occhi nello scoprire che se ci salgo sopra con i piedini fa "squak" e che se metto l'acqua nella terra diventa fango e allora.. posso spalmarla sul mio braccio e se vuole anche su quello del mio amico e diventare come la castagna…" le cose belle hanno un prezzo da pagare" e per queste emozioni così belle il prezzo da pagare è che ci si sporca! Al Castello Magico ci si sporca perché è un luogo dove i bambini possono fare cose che non potrebbero fare altrove, perché ci sono attività pensate per loro in modo che possano fare, sperimentare senza problemi se si sporcano. Chiediamo dunque a voi genitori di fornire cambi di vestiti già rovinati o/e di poco prezzo cosicchè i bimbi possano sperimentare senza alcun timore.

GIOCHI MUSICALI DEI PICCOLI
Fare conoscere la musica a bambini così piccoli è un GIOCO SENSORIALE in cui le cose, la voce, gli strumenti invitano ad essere esplorati e manipolati. I bambini di circa 4 mesi sono attirati dai gesti che producono suono, gesti casuali che suscitano il desideri di ripetizione; a partire dai 18 mesi cominciano a trovare idee musicali costruendo ripetizioni, alternanze. Attorno ai due anni cominciano a leggere l'ambiente e oggetti "banali" vengono utilizzati nei loro giochi simbolici: una scopa si trasforma in un cavallo, uno scatolone diventa una casa, ecc.. Attraverso questi giochi viene espresso il vissuto del bambino; anche i giochi musicali diventano importanti occasioni di gioco simbolico, così una manciata di chicchi di grano che scivola in un tubo , diventa il suono della risacca, un tamburo percosso energicamente, diventa la voce di un personaggio pauroso. Osservare, sostenere e valorizzare le scoperte e le invenzioni musicali dei bambini e progettare possibili occasioni e metodi per giocare con i suoni. Questi sono gli stimoli principali che orienteranno il nostro percorso. Nel nostro laboratorio musicale creeremo contesti di ascolto e di produzione sonora con "oggetti parlanti"(sveglia, pentole, campanellini), per offrire ai bambini occasioni di apprendimento, per cogliere e sostenere le loro strategie di esplorazione, gli stili di apprendimento individuali e di gruppo, per condividere i loro stupori e comprendere le loro gioie.
I due percorsi che vi abbiamo esposto verranno sviluppati a partire da settembre 2009 e avranno cadenza settimanale in giornate da stabilirsi.


Home Page | contattaci | orari | attività | locali | la nostra storia... | regolamento | laboratori/corsi | animazione | eventi | che tempo fa? | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu